Presentazione

Museo vallivo di Valfurva
Il ricco patrimonio storico etnografico del museo, raccolto negli anni, documenta la storia, la cultura e le tradizioni, attraverso un allestimento che cerca di ricreare gli ambienti e le atmosfere reali e mira a un'attenta comunicazione didattica.
Il percorso museale si snoda tra gli ambienti domestici, la stanza e la cucina, e le antiche botteghe dove lavoravano gli artigiani: falegnami, calzolai, funai, fabbri... Altre sezioni documentano le attività casalinghe, agricole e pastorali.
Sicuramente grande fascino suscitano il mulino per la macinazione della segale e il forno a legna per la cottura del pane.
Le vicende della valle e dei suoi abitanti sono rievocate dagli oggetti raccolti nelle sezioni dedicate al costume, alla scuola, all'arte sacra, alla montagna e all'alpinismo e alla prima guerra mondiale.

Il Museo Vallivo Valfurva nasce nel 1979 presso a S. Nicolò Valfurva ad opera dell'Associazione Museo Vallivo della Valfurva e del Maestro Mario Testorelli (1926-2002), che già dal 1960 cominciò a raccogliere oggetti, consapevole della loro importanza come testimonianza materiale di un mondo che stava scomparendo.
Dal 2003 il Museo, intitolato al suo fondatore Mario Testorelli, è stato trasferito e riallestito nella nuova sede a S. Antonio Valfurva.

 

SISTEMA MUSEALE

SERVIZIO CULTURA E ISTRUZIONE
DELLA PROVINCIA DI SONDRIO
corso XXV Aprile, 22 - 23100
Sondrio t. 0342 531231
info@sistemamusealevaltellina.it
• Informativa estesa privacy