Percorso espositivo

I restauri del Forte Venini iniziano negli anni ‘80, per ritrovare poi un decisivo slancio con il nuovo millennio. Recentemente gli allestimenti sono stati completamente rinnovati sia nella veste grafica sia nei contenuti per permettere ai visitatori di comprendere al meglio non solo la storia e la funzione dei diversi ambienti della struttura, ma soprattutto lo svolgimento della vita quotidiana degli uomini in servizio militare che la presidiarono dal 1908 al 1958.
Il nuovo progetto di allestimento si è posto l’obiettivo di restituire il volto umano alla guerra; il Forte non è un museo della guerra, pur contenendo al suo interno migliaia di cimeli e reperti bellici, ma vuole essere luogo di incontro fra l’uomo di ieri e l’uomo contemporaneo: le fotografie d’epoca e le testimonianze scritte della guerra combattuta sui ghiacciai valtellinesi permettono di entrare in dialogo con la storia, donando emozioni uniche. I molti ambienti sono stati recuperati e presentano gli arredi originali.

Il percorso museale si sviluppa su quattro livelli e permette al visitatore di percorrere ogni angolo della struttura, senza tralasciare nulla dell’intricato percorso. Didascalie, planimetrie e riproposizioni 3D permettono di avere sempre cognizione della propria posizione nella struttura e di comprenderne le caratteristiche architettoniche, oltre che la destinazione originale degli ambienti. Le frecce di indicazione del percorso sono poste a cadenza regolare e permettono un agevole organizzazione della visita.

Il piano terra presenta, oltre al cortile interno e al fossato, gli ambienti di vita quotidiana della truppa di stanza al Forte; il piano primo ospita i locali destinati ad uso bellico, la sala del comando militare, l’accesso alle quattro cupole corrazzate, le riservette degli esplosivi e la maestosa galleria per il transito di munizioni e dei cannoni su binario. Sul piano del tetto è stato ricavato il grande terrazzo panoramico che offre una vista mozzafiato con la possibilità di avvicinarsi alle vette per mezzo del potente cannocchiale e di un pannello descrittivo delle singole cime. Il percorso sotterraneo si sviluppa fra cunicoli e passaggi segreti partendo dalle polveriere, passando per la torre della presa d’aria, fino a raggiungere le caldaie a carbone. All’esterno il percorso prosegue sul sentiero della sentinella che riprende il giro di ronda dei soldati di guardia al Forte sul muro di cinta e sull’imponente vallo di difese, fra reticolati e trincee originali e perfettamente conservati.
 
FORTE VENINI DI OGA
località al Forte di Oga
23030 Valdisotto (So)
T. 0342 950166
C. 334 8008606
info.valdisotto@bormio.eu
www.fortedioga.it

ORARI DI APERTURA
Dalle 10 alle 17 tutti i sabati e le domeniche dell'anno, dal 20 al 28 aprile 2019, il 1° novembre e dal 26 al 31 dicembre 2019; dalle 9 alle 18.30 dall'8 giugno all'8 settembre 2019 .
In altri giorni dell'anno è possibile l'apertura a richiesta con visita guidata per gruppi, da concordare almeno due giorni prima.