Tempo libero

Feste di compleanno

Il Museo apre le sue sale a chi vuole festeggiare il compleanno in modo speciale. Le feste di compleanno sono un'attività introdotta per avvicinare i ragazzi alla conoscenza delle scienze naturali attraverso attività ludico-didattiche

L’offerta prevede un’attività a tema, condotta da un operatore, a scelta tra le seguenti (90 minuti circa):

1) La tribù dei nasi blu (6-8 anni)
La tribù cerca nuovi indiani: per essere accolti occorrerà imparare
a scoprire e riconoscere i segni di presenza degli animali

2) Le fate smemorate (6-8 anni)
Le fate del museo hanno perso la memoria: costruiamo per loro delle bacchette magiche, superando prove che riguardano minerali, farfalle, fiori…

3) Brontolosauri (6-8 anni)
Al Museo vive una strana specie di dinosauro: per incontrarlo occorre superare giochi e gare dedicati a questi animali del passato

4) Archeoparty (8-10 anni)
Sicuri di sapere tutto sui fossili? Vi sfidiamo!

5) Alchimia, scienza o magia? (9-13 anni)
Benvenuti nel nostro laboratorio per eseguire strani esperimenti: ne uscirete maghi o scienziati?

6) Schifo e paura, è tutta un’avventura (9-13 anni)
Sarete capaci di affrontare le tenebre nelle sale del Museo, risolvere enigmi leggendo una mappa e affondare le mani in sostanze misteriose?

7) Comple da schifo (9-13 anni)
Compilate il vostro “schifido passaporto” e iniziate un viaggio fatto di prove inquietanti…

8) Investigacompleanno (9-12 anni)
Due diversi codici segreti da decifrare aiutandosi con i reperti esposti in Museo e i segreti per creare un ottimo inchiostro invisibile (ma anche per leggerlo, se vogliamo!).

9) Cacciatori di arcobaleni (9-12 anni)
Sei sfide legate ai colori e alle illusioni ottiche da superare per poter costruire un piccolo arcobaleno tascabile, da portarsi a casa

10) Il Museo segreto (9-12 anni)
Museologia, animali e piante del nostro territorio

- uno spazio per offrire la torta portata dal festeggiato (30 minuti circa)
- un dono speciale per il festeggiato da parte del Museo

Costo: € 85,00 fino a 10 partecipanti + € 2,00 a persona oltre i 10, fino a un massimo di 25 partecipanti (durata totale 120 minuti).

 
Museo in famiglia e Museo tempo libero
Si tratta di due attività laboratoriali, promosse dal Sistema museale della Valtellina. La prima, rivolta alle famiglie con ragazzi dai 5 ai 12 anni (dal 2019 è previsto un turno anche per ragazzi pù grandi), si tiene solitamente l’ultimo sabato del mese e ha per tema ogni volta un tema diverso: dalle farfalle ai terremoti, dai minerali ai fossili … In 90 minuti l’argomento viene trattato brevemente in forma frontale e poi attraverso attività pratiche sia scientifiche che espressive.
I laboratori per adulti di Museo tempo libero al Museo di Morbegno sono spesso dedicati al tema della sostenibilità ambientale. Si imparano così ad esempio a produrre detersivi “fai da te” che non inquinano o a coltivare l’orto in modo più naturale.

 
 
 
Corsi e conferenze
Il Museo organizza periodicamente, anche in collaborazione con altri enti, corsi rivolti a quanti vogliono avvicinarsi alle diverse discipline delle scienze naturali (es. corsi di Birdwtching, Ecologia, Disegno e Fotografia naturalistica, ecc.) Generalmente i corsi si sviluppano in 4-8 lezioni e 1 o più uscite sul territorio. Per partecipare ai corsi è richiesta l’iscrizione con pagamento della relativa quota.
Durante l’anno al Museo si tengono varie conferenze come ad esempio quelle proposte dal Gruppo floristico G.F. Massara, o in occasione di esposizioni temporanee. Le conferenze sono a ingresso libero e gratuito.

corsi
 
 

Esposizione

Mostre temporanee
Al terzo piano dell’edificio sede del Museo un ampio salone (la Sala Perego) ospita periodicamente mostre temporanee riguardanti le diverse discipline delle Scienze naturali e non solo. L’allestimento di queste esposizioni è un importante strumento di divulgazione, in quanto, di volta in volta, vengono affrontati in modo più approfondito argomenti che nelle esposizioni permanenti non possono, per ragioni di spazio, essere trattati in modo esaustivo. Negli anni il museo ha ospitato varie mostre (es. su vulcani, pipistrelli, reintroduzione del gipeto nelle Alpi, animali e piante vive per mostrarne i particolari adattamenti ecc.). Il museo ha anche realizzato una mostra sul paesaggio vegetale della provincia di Sondrio che può essere prestata per allestimenti temporanei.
 
 
 

Ricerca

Studi sistematici e tassonomici
I materiali delle collezioni vengono utilizzati per lavori di revisione o di descrizione di nuove specie, come nel caso della Cassinisia orobica, la conifera fossile rinvenuta in Val Gerola, e dell'insetto Byrrhus (Pseudobyrrhus) focarilei.

 
Studi biogeografici ed ecologici
Il Museo conduce ricerche sulla presenza, la distribuzione e l'ecologia di specie animali e vegetali in provincia di Sondrio. Tra gli altri, sono stati oggetto di studio i Pipistrelli, le popolazioni di micromammiferi di alcune aree del territorio provinciale, diverse famiglie di Coleotteri (Isteridi, Stafilinidi, Silfidi, Cerambicidi, Crisomelidi, ecc.) e le praterie aride della Bassa Valtellina. Dal 2011 è attivo un protocollo d'intesa con la Comunità Montana Valtellina di Sondrio per la promozione e valorizzazione scientifica della Riserva Naturale Bosco dei Bordighi che ha permesso monitoraggi su Chirotteri, Uccelli, macrovertebrati acquatici, vegetazione ripariale e microartropodi del suolo.

 
Censimenti floristici e faunistici
Negli anni 1996-98, su incarico della Regione Lombardia, il Museo ha condotto un'indagine sulla consistenza e la distribuzione della Chirotterofauna (Pipistrelli) nelle province di Varese, Como, Lecco e Sondrio, finalizzata alla protezione delle specie rare e minacciate. Con le Guardie Ecologiche Volontarie delle cinque comunità montane provinciali sono stati realizzati censimenti floristici (macrolicheni) e faunistici (Anfibi del fondovalle e Carabidi d'alta montagna). Inoltre, dal 1995 al 2002, in collaborazione con altri soggetti, ha condotto il censimento degli uccelli acquatici svernanti nella Riserva Naturale "Pian di Spagna - Lago di Mezzola". Il Museo ha attivamente collaborato anche alla raccolta dei dati per l'Atlante degli Uccelli svernanti della Lombardia e per l'Atlante degli Anfibi e dei Rettili della Lombardia. Il Gruppo floristico “G.F. Massara” raccoglie dati sulla presenza e distribuzione della flora vascolare provinciale.

      

Biblioteca e pubblicazioni

La biblioteca
La biblioteca del Museo si compone di monografie e periodici. Le prime sono conservate in sede, nel locale a piano terra detto “Stua”. Si tratta di oltre 1000 volumi in cui gli argomenti trattati spaziano tra le varie discipline delle Scienze naturali. Molto ricca è la raccolta di volumi riguardanti gli Insetti. I periodici, circa 300 provenienti da tutto il mondo, sono stati raccolti fino al 2019 grazie allo scambio con la rivista del Museo Il Naturalista Valtellinese, ora non più pubblicata; sono depositati presso Palazzo Malacrida, sempre a Morbegno. Si tratta della raccolta di riviste scientifiche ad argomento naturalistico più ampia della provincia.

bibbliotecat
Dal 2007 la biblioteca del Museo è entrata a far parte del Sistema bibliotecario della Provincia di Sondrio, per cui si possono effettuare ricerche dal relativo catalogo . È possibile inoltre accedere anche ad una raccolta di estratti di articoli scientifici e divulgativi.
Per la maggior parte delle monografie è previsto il servizio di prestito, mentre i periodici possono essere consultati su richiesta presso il Museo.

 
Il Naturalista Valtellinese
Raccogliendo l’eredità dell'omonimo periodico pubblicato nel 1885 a Sondrio, il Museo ha pubblicato dal 1990 al 2018 una rivista scientifica annuale intitolata “Il Naturalista Valtellinese - Atti del Museo civico di Storia naturale di Morbegno”.
E' possibile consultare gli aricoli accedendo all'archivio qui sotto.



Come supplemento alla rivista del Museo sono usciti anche alcuni volumi della collana “Ricerca & conservazione nel Parco delle Orobie Valtellinesi”, in cui sono stati divulgati i progetti di ricerca e di conservazione realizzati dal Parco. I volumi sono in vendita presso il Museo.

naturalista

Volontari

Volontari
Al Museo operano diversi volontari arruolati direttamente o tramite il progetto promosso dalla Provincia di Sondrio “Volontari per la cultura”. Si occupano di vari aspetti museali come ad esempio l’informatizzazione e la manutenzione delle collezioni o l’inventariazione dei volumi della biblioteca... Al museo opera anche un gruppo informale di appassionati di flora.

 
Gruppo Floristico
Costituito da appassionati guidati dall’esperto Roberto Ferranti, che da anni si occupa anche della conservazione e dell’incremento dell’erbario del Museo, il Gruppo Floristico G.F. Massara si prefigge di divulgare la conoscenza della flora locale, attraverso corsi, conferenze, escursioni e momenti di confronto, nonché di raccogliere i dati per l'Atlante Corologico delle piante vascolari della Provincia di Sondrio.
flora.valtellina.net


MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE DI MORBEGNO
via Cortivacci, 2 I-23017 Morbegno (SO)
T: 0342 612451
info@museostorianaturale.it 
ORARIO DI APERTURA
Il museo riaprirà sabato 27 giugno 2020.
Orario: martedì, giovedì, sabato, domenica e festivi infrasettimanali dalle 14.30 alle 17.30
Per gruppi anche in altri giorni, su prenotazione.
Chiuso: 1° gennaio, Pasqua, 1° Maggio, 29 Giugno, 15 Agosto e 25 Dicembre