Territorio

Chiesa della SS. Trinità di Teregua Chi visita la Valfurva non può non fermarsi a Teregua...
Una piccola frazione, dove si trova la chiesetta dedicata alla SS. Trinità, sorta probabilmente su un’antica cappella preesistente, all'inizio del Cinquecento. La facciata è ornata da un’apertura circolare e da una lunetta affrescata che raffigura la Trinità. All'interno il presbiterio e l’abside sono riccamente decorati da un ciclo di affreschi che risalgono al 1546 attribuiti al pittore bresciano Vincenzo de Barberis, attivo in Valtellina. Sulla parete di fondo sono dipinti la Trinità, una Madonna del Latte e l'Ecce Homo; mentre una Madonna con Bambino tra Santa Barbara e Santa Caterina e altri Santi della devozione popolare decorano lo spazio absidale chiuso da una volta a crociera sulla quale sono affrescate le figure degli Evangelisti. Sull'altare un’ancona lignea di bottega tirolese del Cinquecento ripropone al centro la Trinità.

La chiesa, segnalata nel 2004 come “luogo del cuore” del FAI (Fondo Ambiente Italiano), è stata restaurata grazie all’impegno dell’Associazione Teregua e il 29 agosto 2009 è stata riaperta ai fedeli e ai visitatori.

WEBSITE:
www.associazioneteregua.it

 
Parco Nazionale dello Stelvio Il parco Nazionale dello Stelvio si estende su una superficie di 130.700 ettari, nel cuore delle Alpi centrali e comprende l’intero massiccio montuoso dell’Ortles-Cevedale con le sue vallate laterali. Si tratta quindi di una zona situata al centro della catena alpina e di uno dei territori protetti più grandi ed interessanti d’Europa.
Nel parco nazionale troviamo tutte le possibili formazioni alpine, dai ghiacciai di alta quota (Ortles 3905 m) agli alpeggi e alle terrazze fino al fondovalle (Laces 650 m).
Entro i confini di questo parco si possono ammirare ghiacciai, alpeggi, ampie distese boschive, aree coltivate, masi di montagna abitati tutto l’anno, villaggi e paesi. Il paesaggio del parco nazionale si contraddistingue per l’accostamento caratteristico ed armonico di territori alpini intatti e di aree coltivate da secoli. Le condizioni idrogeologiche danno un’impronta singolare al paesaggio del parco nazionale, dove si trovano laghi glaciali e spumeggianti torrenti di montagna. Grazie ai dislivelli ed alla varietà morfologica del territorio esistono ampi ecosistemi ricchi di flora e fauna. Scopo del Parco Nazionale dello Stelvio è quello di conservare e proteggere l'ambiente naturale per permettere oggi ed in futuro di studiarlo e di ammirarlo. Quindi, il Parco esiste per essere visitato.

Camminate, escursioni, ascensioni: ogni visitatore può, in base alle proprie preferenze, trovare nel Parco ciò che desidera.
Strade di fondovalle ed una rete di sentieri ben curata e segnalata permettono di raggiungere senza pericoli i punti più suggestivi. Il Consorzio del Parco Nazionale dello Stelvio in collaborazione con le Guide Alpine convenzionate organizza, soprattutto durante la stagione estiva, ma anche durante il resto dell'anno, escursioni a carattere naturalistico.

WBSITE:
www.stelviopark.it


MUSEO VALLIVO DELLA VALFURVA
"MARIO TESTORELLI"
piazza Forba, 1 
23030 Valfurva (So)

T. 348 3941831
museovalfurva@tiscali.it
ORARI DI APERTURA
Dal 1° luglio al 15 settembre: martedì, giovedì, sabato e domenica ore 15.30-18.30.
Fuori orario e in altri periodi dell'anno apertura su richiesta per un minimo di 10 persone.

Please publish modules in offcanvas position.